Vietnam

Posted Asia My Adventures

MAPPA /MAPS

VIETNAM MAP

LUOGHI VISITATI / PLACES VISITED

  • HO CHI MINH
  • MUI NE
  • PHAN THIET
  • HOI AN
  • MY SON
  • THANH HA POTTERY VILLAGE
  • KIM BONG VILLAGE
  • CHAM ISLAND
  • HANOI
  • DUONG LAM

CONSIDERAZIONI 

Vietnam, un paese dove il tempo si è fermato e la tecnologia non predomina sulla vita quotidiana della gente.
È stata una grande opportunità per valorizzare a pieno la mia vacanza, concentrandomi sulla cultura e le tradizioni di questo popolo così povero ma così generoso allo stesso tempo.
In sette giorni ho viaggiato da sud a nord del paese, spostandomi da grandi città come Ho chi minh e Hanoi, al più piccolo come Hoi an e Muine. Camminando per le strade si viene subito investiti dalla vita caotica e quotidiana delle persone, dal traffico, dagli odori del cibo di strada e dai milioni di clacson che suonano ogni frazione di millesimo di secondo.
Fare slalom quando si attraversa la strada diventa un rituale di ogni giorno. Otto semafori su dieci non funzionano, non esistono regole stradali solo l’istinto di sopravvivenza.
Ma non appena varcata la soglia della città caotica, si viene immediatamente avvolti dalla natura incontaminata dei paesaggi.

QUANTO COSTA?

Sicuramente tutto qui è estremamente economico! Cibo, abiti, alloggi, taxi ecc…

CIBO 

La cucina vietnamita è senz’altro particolare, come la maggior parte della cucina asiatica. Poco fritto, molta frutta tropicale come il dragon fruit, rambutan, guava e durian, tantissima verdura, involtini di soia, e ovviamente non potevo non provare anche una gustosissima insalata d’insetti.
Ad ogni modo, uno dei ristoranti che ricordo volentieri e dove penso abbia mangiato meglio è stato “Madam Yen Restaurant” ad Hanoi.

LUOGO PREFERITO 

Tra tutte le località visitate sicuramente la mia preferita è stata Hoi An.
Ho trascorso due giorni meravigliosi, tra shopping nella città vecchia e visite culturali a My Son, un’enorme area archeologica di templi antichi, al cui interno si può assistere alla danza Champa.
Persino l’albergo in cui ho alloggiato, il Blue Bang Villa è stato all’altezza delle mie aspettative. La location era esattamente davanti la spiaggia, e sul lungo mare un sacco di ristoranti dove si ha davvero l’imbarazzo della scelta.
Se interessanti anche alle escursioni extra, in città ci sono moltissime agenzie dove rivolgersi, io per esempio avevo approfittato ad acquistare un pacchetto per fare snorkeling sulla barriera corallina dell’isola di Cham!
Tuttavia, anche le dune bianche del deserto di Muine a sud del paese meritano davvero molto!

SUGGERIMENTI E CURIOSITA’ 

Denaro: a parte gli alberghi, che accettano in genere le carte di credito, è meglio pagare in contanti, sia per i taxi che per fare shopping o per mangiare.

Acqua: per evitare qualsiasi spiacevole inconveniente, suggerisco di bere acqua dalla bottiglia, che consiglio di utilizzare anche per lavarsi i denti.

Taxi: il veicolo migliore, più veloce e più conveniente rimane sempre il taxi

Sim card: avere internet fa sempre comodo quando si viaggia e l’acquisto di una carta Sim è veramente a buon mercato (3 euro)

[layout photosetgrid = “1312”


ABOUT

Vietnam, a country where time is stopped and technology does not predominant the daily lives of the people.
It was a great opportunity to fully enhance my vacation, focusing on the culture and traditions of this poor but generous people at the same time.
In seven days I traveled from south to the north of the country, moving from big cities like Ho chi Minh and Hanoi, to the smallest as Hoi an and Muine. Walking through the streets you are immediately hit from the chaotic and daily life of people, traffic, smells of street food, and millions of klaxon playing every fraction of millisecond.
Doing slalom between the traffic when you crossing the road becomes a ritual of every day. Eight traffic lights on ten don’t work, no road rules exist, only the survival instinct.
But as soon as you reached the threshold of the chaotic city, you are immediately wrapped up by the uncontaminated nature of landscapes.

HOW MUCH?

Definitely everything here is extremely cheap! Food, clothes, accommodation, taxis etc …

FOOD

Vietnamese kitchen is definitely singular, like most Asian cuisine. Not much fried, lots of tropical fruit like dragon fruit, rambutan, guava and durian, lots of vegetables, soy rolls, and of course it could not miss a tasty insect salad.
Anyway, one of the restaurants that I remember with pleasure and where I ate better than the others was “Madam Yen Restaurant” in Hanoi.

MY BEST PLACE

Between all the places that I saw definitely my favorite was Hoi An.
I spent two wonderful days, shopping in the old town and cultural visits to My Son, a huge archaeological site of ancient temples, inside which you can watch the Champa dance.
Even the hotel I stayed in, the Blue Bang Villa was to my expectations. The location was right in front of the beach, and along the sea a lot of restaurants where you have so many to choose from.
If you are interested in extra excursions, there are a lot of agencies in the city where to go, for example I took advantage of purchasing a snorkeling package on Cham’s island coral reef!

TIPS AND CURIOSITY

Money: Aside from hotels, which generally accept credit cards, it’s best to pay with cash, for taxis, shopping or eating as well.

Water: To avoid any unpleasant inconvenience, I suggest to drink water from the bottle, which I also recommend to use when you brush your teeth.

Taxi: The best, fastest, and most convenient vehicle is always taxi

Sim card: Internet is always comfortable when you travel, and buying a Sim card is really cheap (3 Euros)

GALLERY

Comments (0)

Leave a Reply